Bitcoin è davvero la risposta alla crisi finanziaria?

La diffusione del COVID-19 suggerisce che è in atto una recessione globale, qualcosa a cui molti economisti hanno già accennato. In effetti, il Fondo monetario internazionale, FMI, ha recentemente affermato che la pandemia del Coronavirus avrebbe causato una recessione globale nel 2020, qualcosa a cui ha anche accennato il Chetan Ahya di Morgan Stanley .

Mentre tutti sono impegnati a incolpare COVID-19 per il recente crollo del mercato, ci sono stati altri argomenti che echeggiano ultimamente: “I mercati globali, in particolare gli Stati Uniti , hanno avuto questo risultato, con o senza Coronavirus.”

È interessante notare che il difensore dei Bitcoin Andreas Antonopolous , su un recente podcast , era di opinione simile. Ha affermato che l’economia americana è profondamente malata e in ritardo per una massiccia recessione.

Con tutto ciò che stava accadendo, la crypto community ha continuato a ribadire la sua posizione, dicendo che questo è il momento giusto per il mondo per abbracciare la criptovaluta come mezzo di scambio. Con la crisi bancaria dell’India e il piano di acquisto illimitato di obbligazioni della Fed, l’argomento diventa solo più forte, con punti di contesa che si presentano non solo negli Stati Uniti, ma anche altrove.

Antonopolous ha anche affermato che Bitcoin è attualmente in fase di test sui suoi principi fondamentali, aggiungendo che la moneta è stata creata per qualcosa del genere, dato che BTC è nato durante una crisi finanziaria.

Tuttavia, qui sorge una domanda importante. Se Bitcoin dovesse essere considerato un’alternativa, la moneta avrebbe dovuto tecnicamente resistere alla sua narrativa “rifugio sicuro” e rimanere non correlata ai mercati tradizionali come propone. Ora che siamo in crisi, le cose sono andate diversamente, con Bitcoin e altre criptovalute che seguono alcuni degli stessi schemi di Gold, S & P500 e altri asset azionari.

Questa domanda, tuttavia, è stata affrontata da molti nella comunità. Il CEO e fondatore di Avanti Financial Group, Caitlin Long, in un recente podcast con Anthony Pompliano, ha osservato che, che si tratti di Bitcoin o oro, la storia di un rifugio sicuro è qualcosa che non può essere giudicato in un ciclo di una o due settimane. In effetti, secondo molti, attività come Bitcoin e Gold non sono in grado di fornire riparo o tregua a breve termine.

Pertanto, Bitcoin non mantiene le sue promesse nella situazione attuale, la comunità dovrà attendere un’analisi a lungo termine per dimostrare i casi d’uso di Bitcoin.