IBM lancia la mappa per tracciare il coronavirus

Nel tentativo di tenere la gente informata con la diffusione del nuovo coronavirus che causa COVID-19, ha ammalato più di 250.000 persone, IBM ha annunciato oggi il lancio di una mappa su The Weather Channel. Si unirà ai feed di notizie e informazioni già disponibili su Weather.com e sull’app mobile Weather Channel, che secondo IBM ha più di 300 milioni di utenti mensili attivi.

La mappa dei dati COVID -19, che sfrutterà i dati dei governi statali e locali, nonché l’Organizzazione mondiale della sanità, entrerà a far parte di una dashboard basata sulla suite Cognos Analytics di IBM progettata per aiutare ricercatori, data scientist e media nel analisi e filtraggio delle informazioni regionali fino al livello della contea.

All’inizio di questo mese, Microsoft ha lanciato una mappa simile che consente agli utenti di tracciare il numero di casi COVID-19 nei paesi di tutto il mondo e in tutti gli stati degli USA, attingendo da database gestiti dall’Organizzazione mondiale della sanità, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). Google sta inoltre sviluppando strumenti informativi per fornire informazioni localizzate sull’epidemia in corso.

È stato recentemente rivelato che Facebook, Google, esperti di salute e altri stanno discutendo con il governo degli Stati Uniti su come i dati sulla posizione dello smartphone potrebbero essere usati per combattere il COVID-19, incluso il monitoraggio delle persone se si tengono reciprocamente a distanza di sicurezza. Secondo quanto riferito, gli esperti della sanità pubblica sono interessati alla possibilità che le aziende possano compilare i dati in forma anonima ed aggregata, che potrebbero utilizzare per mappare la diffusione del virus.

“Stiamo esplorando i modi in cui le informazioni aggregate sulla posizione anonima potrebbero aiutare nella lotta contro COVID-19. Un esempio potrebbe essere quello di aiutare le autorità sanitarie a determinare l’impatto del distanziamento sociale”.

La scorsa settimana IBM ha annunciato l’intenzione di coordinare uno sforzo per rendere disponibile ai ricercatori la capacità di supercomputer al fine di aiutare a identificare trattamenti, strategie di mitigazione praticabili e vaccini per COVID-19. Ha anche lanciato un nuovo Call for Code Global Challenge che incoraggerà gli sviluppatori a costruire tecnologie open source che affrontano diverse aree, tra cui la comunicazione di crisi durante un’emergenza, i modi per migliorare l’apprendimento remoto e come ispirare le comunità locali cooperative.