Visione del Digital Working nel 2020

Troppa confusione intorno al termine ” lavoro digitale”. Molte aziende rendono le parole “posto di lavoro digitale” sinonimo di strumenti di collaborazione, software e varie soluzioni di rete .

Gli strumenti sono essenziali, ma sono una visione miope di ciò che può essere un ambiente di lavoro digitale. I leader devono guardare oltre il passato e il futuro su come un ambiente di lavoro digitale potrebbe davvero trasformare l’intero ecosistema di lavoro.

In che modo un ambiente di lavoro digitale ti aiuterà a lavorare nel 2020?

La più grande sfida del posto di lavoro digitale sia che tutti abbiamo come 20 applicazioni e 100 schede aperte contemporaneamente, con Slack, e-mail e notifiche di testo che spuntano in cima a tutto. Nel 2020 troveremo tutte le applicazioni o i sistemi che aiuteranno ad evitare quel tipo di cambio di contesto in modo da poter essere più produttivo “, ha dichiarato Yaniv Masjedi, CMO di Nextiva.

Il cambiamento è un vero problema. È l’equivalente della nuova era delle persone che passano dalle nostre scrivanie per discutere di “lavoro”, “non lavoro” e tutto il resto. Sta influenzando la produttività in modi che non ci rendiamo conto.

Un classico esempio è l’uso di e-mail per comunicazioni interne “ufficiali” e chat per tutte le altre comunicazioni.

Gli strumenti di collaborazione dovrebbero funzionare insieme ai progetti.

“Le capacità che desidero da un ambiente di lavoro digitale sono le seguenti. Innanzitutto, ho bisogno di una piattaforma di comunicazione capace, che mi permetta di inviare messaggi di testo ed effettuare chiamate audio e video, nonché di condividere il mio schermo. Successivamente, ho bisogno di una funzione che mi permetta di gestire meglio i miei progetti. Abbiamo creato uno strumento che mira a fondere questi due insieme e penso che stia facendo un buon lavoro finora ”, afferma Dmytro Okunyev, fondatore di Chanty.

Molte organizzazioni stanno cercando di costruire i propri strumenti per cambiare la comunicazione nei loro progetti. Ogni progetto ha bisogno di funzionalità analitiche e di reporting di alto livello per ottenere il controllo e le informazioni essenziali su tutte le attività in esecuzione all’interno.

La prossima sfida è quella di portare queste intuizioni in azioni, per gestire il lavoro, le persone e la loro collaborazione in una volta sola. Molte aziende costruiscono i propri strumenti ai fini della personalizzazione e della sicurezza dei dati. Costano una fortuna ma svolgono il lavoro in modo efficiente.

Gestione della conoscenza.

“Possiamo anche aspettarci che le aziende prestino maggiore attenzione alle competenze dei propri dipendenti e all’aumento della conoscenza. In questo contesto, i luoghi di lavoro digitali potrebbero espandersi con funzionalità di gestione della conoscenza non disponibili in precedenza. Accogliere soluzioni software in grado di selezionare lotti di contenuti aziendali e acquisire preziose conoscenze che potrebbero essere ulteriormente trasferite automaticamente nei centri di competenza dei dipendenti, nonché condivise tra team e comunità “, afferma Alex Paretski, Knowledge Manager presso Gruppo Itransition.

Nell’ambiente di lavoro dinamico di oggi, è importante documentare e gestire le informazioni che devono essere su basi comuni per l’accesso a tutto tondo. Far accelerare i nuovi dipendenti è più comodo quando riescono a trovare le risorse da soli e colmare le lacune di conoscenza.

Inoltre alleggerisce il carico di tutti i team quando gli utenti possono cercare informazioni a portata di mano con facilità: offre semplicemente un’esperienza migliore ai dipendenti. Con potenti strumenti di ricerca in grado di comprendere le query in base al contesto, un ambiente di lavoro digitale dovrebbe avere la gestione della conoscenza come priorità per ogni organizzazione.

Maggiore produttività con il lavoro a distanza.

 L’indagine Capital One 2019 sull’ambiente di lavoro ha rilevato che il 61% dei professionisti si aspetta che il prossimo datore di lavoro offra orari flessibili e il 54% si aspetta la capacità di lavorare in remoto. Per soddisfare tali aspettative, i leader aziendali e i dipendenti devono fare scelte tecnologiche che consentano collaborazione e perfetta integrazione tra lavoro e vita privata ”, afferma Christian Teismann, Senior VP e General Manager di Lenovo.

Il lavoro a distanza è in aumento nell’ultimo decennio. Permette ai dipendenti di lavorare nel proprio orario e luogo. Gli studi hanno dimostrato che le prestazioni dei dipendenti aumentano quando lavorano in remoto. Ma come rendere il lavoro a distanza una realtà che funziona sia per l’organizzazione che per i dipendenti?

Il modo migliore per fornire ai dipendenti gli strumenti digitali giusti per rimanere in contatto con il lavoro. Deve essere il giusto mix tra fornire la massima funzionalità e flessibilità insieme alla sicurezza dei dati. Per tenere sotto controllo tutto, è anche necessario ridurre il numero di app utilizzate dai dipendenti per ottenere maggiore visibilità.

Approccio alle nuove tecnologie.

Mentre le applicazioni software dovrebbero diventare più intelligenti, i dipendenti dovranno avere il potere di sfruttare queste tecnologie per diventare più efficaci e produttivi.

Fino ad ora, la soluzione a qualsiasi problema di lavoro è la ricerca di strumenti digitali. Tuttavia, l’errore più grande è presumere che l’acquisto e l’implementazione di uno strumento risolverà automaticamente il problema. Assicurati che i dipendenti si adattino a una nuova cultura del lavoro con questi nuovi strumenti. Solo allora vedrai un cambiamento significativo nel ROI. Dopotutto, i dipendenti sono esseri umani con abitudini difficili da cambiare.

Come affrontare un ambiente di lavoro digitale

L’approccio ideale al tuo ambiente di lavoro digitale dovrebbe essere quello di identificare le esigenze attuali della tua azienda, ottenere strumenti digitali, se necessario, e implementarli nel sistema attraverso le persone. La visione di un ambiente di lavoro digitale è un’onda in atto. Meglio guidarlo che arrivare tardi alla festa.