Mastercard vs Bitcoin

MasterCard, la società multinazionale americana di servizi finanziari, ha recentemente dichiarato di essere contro Bitcoin. La società richiede ai regolatori di creare un cosiddetto “campo di parità” nel settore dei pagamenti. La dichiarazione ha preceduto l’inchiesta in corso sul trattamento legale della valuta digitale. L’indagine è stata presentata da CoinJar, un fornitore di sistemi di pagamento Bitcoin.

Trattamento standardizzato

MasterCard sostiene che tutti i servizi finanziari dovrebbero essere regolamentati per garantire una fornitura standardizzata di servizi, sicurezza e la semplicità per i commercianti e i consumatori.

Pochi giorni dopo le proteste di MasterCard contro Bitcoin, Matthew Driver, presidente di MasterCard South East Asia, ha criticato valute digitali come Bitcoin. Secondo Matthew Driver, Bitcoin è associato a troppi rischi per avere successo come soluzione di pagamento alternativa e valuta.

Preoccupazioni generali

Oltre a richiedere condizioni di parità, MasterCard ha sollevato preoccupazioni per l’incapacità di Bitcoin di fornire i valori necessari per fornire un servizio finanziario di qualità, gli stessi valori che MasterCard ha sfruttato per stabilire le basi fondamentali per la sua impresa. Secondo loro, le politiche di protezione dei consumatori, finanziamento antiterrorismo e antiriciclaggio dovrebbero comprendere il regolamento relativo ai pagamenti elettronici.

Rischi associati

MasterCard nella loro crociata contro l’industria della valuta digitale ha richiesto l’applicazione di standard simili associati ai servizi di pagamento. La fiducia dei consumatori e commerciale che esiste attualmente è il risultato di decenni di dedizione e duro lavoro per fornire un servizio sicuro, stabile e affidabile, isolato da fluttuazioni e volatilità, pur mantenendo un certo grado di trasparenza.

Poiché Bitcoin manca del meccanismo di base per fornire un grado sufficiente di sicurezza, cosa che MasterCard afferma di fornire, gli utenti di Bitcoin sono esposti a una grande e inutile quantità di rischio. MasterCard ha inoltre aggiunto che, la recente adozione della regolamentazione in Australia dovrebbe anche affrontare il problema dell’anonimato nel tentativo di frenare le attività illegali complessive, in particolare le attività illegali associate a Bitcoin.

MasterCard ha continuato a criticare l’enorme volatilità sperimentata nei mercati dei cambi della valuta digitale, collegandola a perdite significative subite da molti adottanti. La volatilità ha ridotto l’utilità prevista della valuta e dovrebbe essere considerata ridondante in termini di sistema di pagamento affidabile.

Bitcoin Community Responds

Comitato referenze economiche

Il Comitato per i riferimenti economici è stato incaricato dal Senato di esaminare le nuove politiche dell’Ufficio delle imposte australiano e l’impatto complessivo delle valute digitali.

Un totale di trentuno organizzazioni e persone hanno presentato richieste di informazioni, tra cui CoinJar, Bitcoin Foundation, Australian Digital Currency Commerce, Australian Taxation Office, Reserve Bank of Australia e, naturalmente, il gigante dei pagamenti, MasterCard.